StregaBugiarda

Strega perchè ho subito l'incantesimo di una fatata gioventù, bugiarda perchè la realtà è spesso assurda e paradossale e la bugia è più verosimile.

06 gen 2013

Con il calare della sera la Befana andrà via portando con se ogni festa... e la strega raccoglie i fili di questo antico teatro dei pupi fatto di eroi e paladini .
A NATALE: la strega ha apparecchiato una tavola tutta d'oro, chiusa nel suo antro, ha rifiutato i molti inviti,
e angeli hanno pensato ad un catering fatato di molte portate, di primi, di pesce di entrée
e pandori e champagne,  magnifica libertà e crudele solitudine ...e "comunicava" ci sarà un altro Natale....
Alla strega piacciono molto gli scritti che le sono arrivati e li rilegge quando chiude la finestra sul mondo e va verso la nebbia della notte, incontro a quei momenti mediatici durante i quali è facile percepire radio libere.
Non so se i pirati hanno di queste percezioni ma so che le streghe sono state raggiunte con goliardia e allegrezza da volpi, principi e navigatori esperti, sornioni e buoni,
Le streghe sono immortali e vecchie ma per la semplice ragione che ancora esistono non hanno epoca e nemmeno tempo,  che è fatto di lungo durare e di gioventù, di fili incantati, di piacevoli emozioni, di pensieri che si incontrano e sono presenti come zahir.
La strega è bugiarda in quanto tale, ma sincera, veritiera e spontanea in tutto ciò che scrive, e quando conosce qualcuno non ha aspettative e i contatti reali o virtuali vanno avanti per sensazioni ed intuizioni "interne ed esterne" che regolano  amicizie e rapporti. 
Quando succede qualcosa che fa perdere punti (quelli che il suo cuore assegna ) passa in punta di piedi e con leggerezza, cerca di non ascoltare e non vedere quanto non è piaciuto. e  paulo post ferias riassume in pauca dei pensieri ....
1) Per quanto riguarda il tempo, se ne è padroni solo quando nessun fattore esterno influisce sulla gestione del nostro operare. Noi possiamo solo usarlo, ma non ci è dato abusarne o esserne parchi, il suo scorrere è inesorabile e prescinde dal nostro stato di immobilità o attività
Il tempo concettuale invece è in noi ed esiste solo come nostro passato, il passato è l'unica cosa reale che abbiamo, il presente è precario ed è solo rivolto al futuro, tutto ciò che facciamo è un progetto per dopo, anche preparare un piatto di pasta, e non ci è dato conoscerne il sapore,ed il futuro sconosciuto ed inesistente lo rendiamo magnifico con i nostri sogni.
2) La libertà è uno stato del nostro essere, si può essere liberi anche in catene, si è liberi anche se costretti da mille impegni temporali, la nostra mente non può essere imbrigliata, la vera libertà è dentro di noi, ed esiste anche quando liberamente e senza costrizioni vi è condivisione con altri.
Se donare tempo, attenzioni, sorrisi, o azioni, deve essere considerato un sacrificare qualcosa, un superamento del nostro sentire egoistico ed in ciò non vi è naturalezza e normalità, allora si è nella mancanza assoluta di libertà mentale.
3) La strega non pensa di porsi in maniera diversa da altri, ma ella  si pone fuori da meccanismi relazionali, strategie, convenienze, non le interessa se è scomoda, e anche se costantemente le viene dimostrato che la parola si presta a mille inganni, ella non permetterà mai che tale constatazione la privi della propria credulità e ingenuità e ne sporchi il  suo pensiero e l "idea" dell'essere umano, corretto, sincero, con onestà mentale, obbiettivo, generoso, entusiasta, concreto e sopratutto logico e intelligente.
4) La curiosità appartiene a molti, e se i alcuni suoi "incontri" si sono intensificati, è perché lei reputa che nel piacere della conoscenza non esista il troppo, il poco, il giusto, ma solo il contatto quando si sente ed in modo naturale e senza strategie. E lei prende i distinguo da chi si allarma ed impaurisce dal troppo o dal niente, considerando naturale come il respiro condividere o comunicare..
5) A quanti si dichiarano amici la strega rivolge un pensiero particolare ricordando che il "sentire"  "amicizia" deve essere accompagnato da consapevolezza.
La consapevolezza che questo sentimento è molto più importante dell'amore, esso è eterno, ha doti fantastiche di complicità anche se non di condivisione, è un sentimento che non conosce ripicche ed offese proprie dell'egoismo e della esclusività dell'amore, è un sentimento che non ha bisogno della presenza costante dell'amico come per l'amore, all'amico puoi perdonare tutto, lo puoi bacchettare in privato e lodare in pubblico, l'amico sai che c'è, anche se non lo vedi....e queste sono le fondamenta sulle quali poggia la sua Amicizia..
La stregaccia sa che solo l'amicizia può scacciare la solitudine..... l'amore può nascere in 2 minuti, e può finire sotto forma di passione anche dopo la prima trombata, l'amore inganna col suo innamoramento e trascina per anni nel ricordo di una emozione iniziale o nel piacere visivo di un paio d'occhi o una tetta , l'amore ti fa sentire profondamente solo e abbandonato, se non ti senti condiviso...
La strega insieme allegra e triste, insieme bambina e vecchissima befana, la strega sempre innamorata di tutto e che sa ancora piangere e ridere nello stesso istante, la strega che non cerca amore, ma cerca molto molto di più., nella speranza di un altro Natale trascrive la domanda di un amico "le api con le api, gli scarabei con gli scarabei, i rinoceronti con i rinoceronti ma io con chi?
Per il momento prepara la valigia biglietto di sola andata... e va verso le proprie radici... il compimento di uno dei suoi tanti anni la vogliono vedere  nel grande porto...