StregaBugiarda

Strega perchè ho subito l'incantesimo di una fatata gioventù, bugiarda perchè la realtà è spesso assurda e paradossale e la bugia è più verosimile.

31 dic 2016

Il coraggio della libertà

L' anno si sta spegnendo lentamente, vedo la cera disciolta del moccolo ancora acceso.
Vad o indietro a un caldo febbraio, un desco sul mare e gli occhi alla bianca neve.
La ventosa Tindari, le pietre barocche e un luogo in cui senti le presenze di Plinio, Adriano. e affacciata alla rotonda a mare è come fare un aerosol, un bene al corpo e allo spirito
Rivedo i binari dei tanti tragitti ... fra due città pietrose e fredde, i compagni di viaggio, scoperti forse troppo tardi, ma che lasciano un profumo di nuovo e sconosciuto, di realtà che ho avuto sempre sotto gli occhi e mai viste.
E' stato un anno in cui credo di aver allontanato la maggior parte dei condizionamenti, ho frequentato pochissime persone, ho fatto solo e sempre cosa sentivo di fare, mangiando e dormendo quando avevo voglia di farlo. Ho avuto la fortuna, nei momenti in cui ho condiviso compagnia ed ospitalità di trovarmi fra persone che hanno la civiltà del vivere rispettando la libertà.
Sono nel luogo che questa sera sarà il fulcro dei festeggiamenti di fine ed inizio, chiuderò persiane e scuri, con la speranza che rumori, musica e frastuoni non mi raggiungano, sono avanti con gli anni, ed è la prima volta che il nuovo anno mi vedrà sola e senza una coppa di champagne.
Dal mio stato d'animo di adesso credo che sarà il principio d'anno più libero e sereno della mia vita, e la notte di San Silvestro avrà luci tutte mie.
Mi sono disintossicata dal web, ed sono diventata dipendente della lettura, non che non lo fossi prima, ma certo non in maniera bulimica, sono ritornata ai tempi in cui appoggiavo il libro al chiarore dell'alba.
I titoli sono tanti ed ho avuto la fortuna di godere di pubblicazioni introvabili, e di altri che mi sono stati di grande aiuto nell'avvicinarmi al coraggio della libertà ed alla consapevolezza di sottrarsi al pensiero dominante. E che si è liberi nella solitudine.
Sono soddisfatta nel constatare che il libro ha retto con resilienza agli urti della modernità, meglio di qualsiasi altro prodotto di cultura.
 Lo aveva detto in verità già Umberto Eco che  non ci saremmo mai liberati dei libri.
I libri sono silenzio
sono mille vite alternative
sono umanità e legame con gli altri
sono sconnessione dalle futilità del mondo
per connettersi con se stessi
 e con 5000 anni di umanità.
Ho rivisto la mia vita come pagine di un libro sfogliate dal vento.
Che sia una allucinazione o un contatto trascendente
è un esempio di come il libro sia legato alla nostra esperienza.
alla nostra mente, 
al nostro più intimo bisogno di senso.
Dentro i libri antichi e le novità
passa la modernità come passa attraverso le nostre vite.
Vi auguro, così come lo auguro a me stessa, non un anno migliore di questo che si spegne ma con tutto il cuore un 2017 fatto di cose normali, di tranquillità di vita, fatto di affetti semplici, e di un modesto ed umile sentire. Vi auguro di desiderare solo quello che potete avere, e tanto tanto amore che porti vita e pace.