StregaBugiarda

Strega perchè ho subito l'incantesimo di una fatata gioventù, bugiarda perchè la realtà è spesso assurda e paradossale e la bugia è più verosimile.

20 giu 2013

CADUTA LIBERA

Avete mai pensato che qualcuno anche nel farvi un complimento può mancare di tatto?
Il tatto, si, quel modo di essere di una persona che si nota solo quando non c'è!
Scrivo raramente e solo quando ne ho voglia, cercando di essere il più leggera possibile.
Io, che dai festeggiamenti dell'unità d'Italia, ho in mente un post che non ho pubblicato perchè se "una" è la penisola italica, non credo sia "una" l'Italia.
Noi nei confronti dell'Italia non usiamo I care, quel  "ci tengo" al pari dei Tedeschi, Francesi, Russi, Spagnoli, Inglesi, il cui amor patrio, è al di sopra di qualsiasi nefandezza, o atroci avvenimenti comuni nella storia di tutti, nessuno escluso.
Io che come una bimba passo dal ricamino ai ricordi d'infanzia, e in pectore meo alberga tanta autostima da chiedermi:  è tanto strano che una femminuccia faccia certe analisi? abbia certe idee che nessun altro della blogsfera ha evidenziato ? pur essendo più qualificato, specializzato ed interessato all'argomento ?
E si, oggi per presentare delle bufale, bisogna essere del settore, specializzati e tecnici innanzi tutto.
Sono una, ma anche un insieme di tante cose, interessi, amore, sogni, esperienze, conoscenze ed informazione, e ho desiderio che si riprenda ad usate in maniera positiva il termine "tuttologo". Come una volta, quando i medici e i matematici erano anche filosofi, i pittori anche architetti, gli scalpellini anche astronomi.
Mi rispondo, "naturale che ciò crei meraviglia", oggi bisogna essere specializzati, una che fa la calza, non può parlare di finanza, anche se andiamo in alto, molto in alto, anche i Nobel non possono permettersi che una conoscenza specifica, e "tuttologo" ha significato negativo.

12 commenti:

  1. Ma io vorrei leggerlo quel post che hai in mente dai tempi del festeggiamento per l'Unità d'Italia, che aspetti a scriverlo?
    E riguardo al resto io penso proprio che avere interessi opposti e diversi sia una forma di ricchezza, è sintomo di intelligenza e di curiosità, è una dote e non certo un difetto!
    Un bacione carissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Miss presto ti farò contenta, debbo andare a rispolverare gli appunti presi in piemonte 2 anni fa.

      Elimina
  2. Sorvoliamo ampiamente sulle specifiche conoscenze degli specialisti che sanno fare benissimo solo una cosa: stare su un piedistallo inutile. Quell'articolo voglio leggerlo anch'io che si possa finalmente parlare della penisola italica in termini sinceri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa pensi che io al "maximo" minimum non debba ubbidire al più presto? spero di ricordarmi cosa mi frullava in testa allora...
      Un sorriso

      Elimina
  3. Sorvoliamo ampiamente sulle specifiche conoscenze degli specialisti che sanno fare benissimo solo una cosa: stare su un piedistallo inutile. Quell'articolo voglio leggerlo anch'io che si possa finalmente parlare della penisola italica in termini sinceri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi ho cercato la moleskine del 2011, fra i mille foglietti le altrettante agende e i quaderni neri, prima o poi la trovo, e gli appunti e le date mi serviranno da bozza.
      ma non ti aspettare molto, tranne che l'orgoglio dell'essere nata in questa parte del mediterraneo.

      Elimina
  4. Da una nicchia, solo per i colori e la musica: i testi scivolano via, i sogni ci trasformano sempre.

    RispondiElimina
  5. Bellissima l'idea dei sogni che si trasformano, la musica io per adesso non la sento da qui, ma da youtube.
    Un sorriso

    RispondiElimina
  6. Quando ancora insegnavo, tra colleghe si lamentava quanto fosse difficile fare il maestro tuttologo. Fare il maestro tuttologo vuol dire sapere tutto e bene dallo studio dell'italiano alla storia alla geografia.....all'arte, alle attività motorie. Non solo ma bisogna conoscere anche con quale approccio metodologico bisogna avvicinare i ragazzi ai vari contenuti o alle diverse attività. Bisogna valutare modi e ritmi di apprendimento, avere competenze di valutazione ed essere al passo con i tempi per rispondere alle esigenze della società. Per quanto mi riguarda essere specialisti in qualcosa vuol dire fare meglio, con più competenza il proprio lavoro. Vien da sè che una persona ricca è quella che spazia tra vari interessi e conoscenze che apportano benessere a se stessi e possibilità di dialogo con gli altri.
    Ciao
    La madame

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Madame, hai certamente ragione nel prosoettare le difficoltà della docenza in una società come quella odierna. Na io, limitata dai miei ricordi e dalla mia esperienza, ripenso ancora al sussidiario e a quel maestro che mi ha portato fino alla prima media, con delle basi di storia, geografia, grammatica e aritmetica, che sono stati i pilastri dell'approfondimento futuro. I ragazzi di oggi, studiano a pizzichi e senza consecutio temporale brani di letteratura o poesie, per cui succede quello che vedi in televisione, quando viene fatta una domanda di storia, per non parlare delle risposte specifiche da accarponare la pelle. L'informazione di oggi non ha nulla a che fare con la cultura che è l'etica di vita, e l'etica comprende tutto compreso la politica.
      Solo una persona colta e poliedrica riesce ad entrare nello specifico e particolare, altrimenti è solo informata e preparata senza alcuna visione globale.
      E basta guardarsi in giro per vedere che purtroppo le mie amare parole rispondano a verità
      Buona serata a te, un sorriso

      Elimina
  7. Un sorriso e un abbraccio anche a te carissima.

    RispondiElimina
  8. Essere specialisti in un settore richiede un approccio olistico; è quello che penso anch' io e non posso a fare a meno di metterlo in pratica sempre, nel lavoro come nel privato.

    Grazie per questa bella riflessione. Buona domenica

    RispondiElimina