StregaBugiarda

Strega perchè ho subito l'incantesimo di una fatata gioventù, bugiarda perchè la realtà è spesso assurda e paradossale e la bugia è più verosimile.

29 mar 2012

Il Guscio mio

Eccomi qui con la voglia di scrivere, di comunicare con questo mondo virtuale, che è parte importante ed essenziale del mio stare nel tempo.
Star male ed essere consapevole della mala sanità,  (ma non nel singolo individuo che stimo ed ammiro)  e per ciò avevo deciso di non chiedere aiuto.
Andare a letto e pensare che, fra mille montagne russe, la vita è stata una vita speciale, che i figli hanno lavoro e sono amati, che nel tempo ti è stato restituito quanto hai seminato e i tuoi bisogni sono inferiori a quel poco di cui puoi disporre.
Che sei miracolata per non avere aspettative da parte di chi poteva esserne  oggetto,  e nell'attesa della fine pensare razionalmente che essa è l'unica certezza della vita.
Tutto questo serenamente, immobile e ferma, insieme ad un velato rimpianto di non aver il tempo per inseguire cio che mi ha sempre accompagnato ... i sogni.
Poi, la voglia di finire qualcosa che è ancora in sospeso ha fatto scattare la molla che ha portato alla richiesta di aiuto.
Attimi concitati, e poi le corse ... mi hanno shakerato per ben tre volte, mentre pensavo che bisognerebbe avere ambulanze con gli ammortizzatori delle limousine....
Amici miei, se non fosse per il fatto che sono lontana da casa e mi manca il caos dei miei lavori, la verde terrazza, il risveglio con vista porto ed isole, potrei dire che questo "inconveniente" è stato un gran colpo di c....lo insperato.
Finalmente dopo anni ho trascorso giorni insieme ai miei figli, praticamente ho preso due piccioni con una fava.
Poi sono stata coccolata in casa di mia sorella, una maga di lavori femminili, ed adesso, che per mio figlio il periodo di lavoro intenso sta volgendo alla fine, sono da lui, nel mondo che ho amato, e che è stato anche il mio per tanti decenni.
Avevo avuto il primo intervento, nel periodo in cui abitavo in Chiantishire...  ed allora un amico mi aveva detto "ben arrivata nel club di chi vive nella paura".
A quel club, non mi sono iscritta, ed ho vissuto come se nulla fosse avvenuto, anzi, consapevole che il cuore è infido, fin dalla settimana successiva al primo restauro, sono andata a sperperare, scialacquare, conoscere e curiosare a Roma... citta viva e fatata.
Il Chianti è un posto sereno che distende, invece a me stava "stendendo"....
Poi le letture, le esperienze a Pomaia, da Osho a Chiusdino, la consapevolezza e il desiderio di apprendere l'arte di invecchiare, gli insegnamenti di Hillman mi hanno naturalmente portato al rientro verso le radici e alla ricerca di un percorso interiore inseguendo la vacuità delle cose e la pace nella bellezza che è in natura e nell'amore.
Ma, a quanto pare, io : passionale, eccessiva, d'annunziana...inquieta, costantemente alla rcerca del nuovo, curiosa, non ho sopportato la fatica della tranquillità, gli sforzi per evitare coinvolgimenti etici e politici e questo andare contro la mia indole... mi ha "stressato".
Esatto, come con la camomilla, i cui effetti su di me, per quelle rare volte che ho provato a prenderla,  sono insonnia, acidità, scombussolamento... *_°.