Più si apprezza la vita e più si restituisce

22 giu 2017

Il piacere di pensare

Stamani  un blogger,,mi ha fatto ricordare questo mio scritto, del 1 Settembre di quattro anni fa.
Era il tempo in cui scrivevo, ma tenevo i miei pensieri per me, allora era sconosciuto face e trascorrevo molte notti in myspace con i miei circa mille amici, a cui non avevo mai detto di questi miei appunti, e così come ho fatto questo anno, con il Valentine Day , ripubblico : Il piacere di pensare 

Etichette: il piacere di pensare



Eccomi qui, con l'allegria dei bimbi il primo giorno di scuola, con la curiosità di una scimmia dispettosa e simpatica, con la voglia di partecipare, condividere, esternare, ciò che penso.
Così, titubante su quello che desidero scrivere, preoccupata di tutte quelle persone che (incontrate navigando) rifiutano quello che è "serio..." quello che riguarda il sociale, comprese etica e politica, mi accingevo a scrivere qualcosa di allegro che però, al momento, è lontano da me.
Rifletto.... perchè sono qui?, per cercare consensi?, per essere condivisa e risultare simpatica? oppure per un profondo bisogno di comunicare.... ed essere me stessa con il mio cuore pulito e con l'ingenuità di un fanciullo? Per cui dicano pure.... du .. palle!!!!
Quanto sono fortunata rispetto a chi mi ha preceduto, ci ha preceduto.
Posseggo questa fantastica macchina che mi apre il mondo,(la guardo con rispetto e timore come ciò che non si capisce fino in fondo), che è al mio servizio, come una lampada di Aladino.... Un mio "desiderio" e si aprono tante finestre da perdersi in un meraviglioso labirinto, che accresce sapere, ma ancora di più, curiosità, come scatole cinesi infinite....
Una volta, nei momenti di solitudine o incomprensione, prendevo un libro mi chiudevo in camera, sceglievo la lettura più adatta al mio stato d'animo, e ... leggevo.
Leggevo?, pensavo di leggere!... se il mio malessere era troppo intenso, mi accorgevo, dopo un pò che la mia mente, non aveva ricevuto nulla.
Se mi avvicino a questo servitore non riesco ad assentarmi.... è un dipendente molto esigente, mette in moto le mie mani...e non posso distrarmi e sbagliare, mi fa sentire le sue emozioni con musica che non ha limiti di tempi e di luoghi, mi catapulta in salotti dove nessuno pensa che dietro a questo monitor ci sono io, con il mio background, unico, come del resto è unico quello di tutti, e mentre parlo, leggo, cerco di comunicare con un mondo reale che pretende di spendersi in maniera virtuale, c'è chi mi tende una mano....e mi salva...con un CIAO.
Sembra un paradosso, ma questo mezzo mi ha regalato sì il piacere di pensare, mi ha "dato" compagnia, la possibilità di conoscere tanta di quella gente che ci vorrebbero 10 vite.... ma mi ha restituito anche il "piacere di leggere" non come un rifugio a cui avvicinarsi nei momenti di solitudine o di "paturnie" ma come libera scelta dando così un ruolo ad ogni cosa.
Mi sono persa .... in mille pensieri.... ma anche questo è un modo per celebrare ... i piaceri del pensiero, la passione delle idee, l'erotismo della

12 commenti:

  1. GRAZIE MILLE! farò finta di averlo scritto io questo post, perche' è come se fossero miei pensieri...
    Manu :-)))))

    RispondiElimina
  2. Ma che belle queste riflessioni! Mi sarebbe bastano pensarne meno della metà per sentirmi più convinto a perseguire la via del blog!

    RispondiElimina
  3. Poche parole...solo un augurio per un sereno weekend.
    Debora

    RispondiElimina
  4. Buongiorno, cara! Molto bello questo tuo scritto. Io non so perchè sono qui, ci ho pensato molto prima di aprire il blog, dei mesi. Ora ne sono contenta e mi capita, grazie al blog, di trovare persone che mi sono affini, a volte in modo più semplice di quanto accada nella vita reale...abbastanza strano, se ci pensi! Buon sabato...me ne vado a far due passi nei miei vicoletti!

    RispondiElimina
  5. ma allora ci siamo già conosciuti su myspace???

    RispondiElimina
  6. In myspace di strega bugiarda del regno delle due Sicilie ce n'è una sola... io ho scambiato dei msg con un Luigi... tu ricordi che a volte entrava anche mia figlia?... se si allora sei il Luigi che penso...
    Comunque un sorriso...

    RispondiElimina
  7. TESORAAAAAAAA...

    Streghetta del mio cuor...che dire?

    Evvvvedi??

    Evvedi che te l'ho detto di aprire il pc e guardarci dentro? ;o)

    Io sono li...poi apri l'altra finestra e sono di nuovo là...poi chiudi quell'altra ed apri l'altra ancora e sempre mi vedrai...come l'eco appunto rimbalzo...come "du palle"! ;o)

    Ma...solo per te! Smuackkkkkk streghetta del mio cuor! NI

    RispondiElimina
  8. non credo fossi io: avevo conosciuto una ragazza del regno delle due Sicilie ma quella era una strega sul serio, tu invece mi sembri più umana!!!
    Felice di conoscerti allora e a presto!!!

    RispondiElimina
  9. Ciao Strega Umana, come dice Luigi, ripasso tra qualche giorno. Oggi mi sono deciso a risistemare il garage e sono stanco morto.

    RispondiElimina
  10. Bellissimo questo post...sempre unica tu e?
    Siamo sfigate ma belle dentro tesoro!!
    P.S ho letto da Mariolino e ho detto anche la mia!un po incavolata!ma ho i miei buoni motivi.
    Ti stringo forte.

    RispondiElimina