Più si apprezza la vita e più si restituisce

16 giu 2017

La felicità

La felicità è dentro di noi
come il sangue nelle vene,
non possiamo farne a meno!
Cercala e la troverai
magari nel silenzio della tua solitudine,
quando ogni parola è di troppo,
la vivrai dentro di te
alzando il tuo sguardo al cielo,
osservando le nuvole,
seduta ai piedi di una quercia secolare,
o sulla spiaggia cullata dal rumore delle onde!
La troverai...
e scorrerà nelle tue vene,
senza abbandonarti mai!

questo il tramonto di stasera dal mio terrazzo.
Poesie e frasi si Antonino Gatto, ragazzo di Barcellona, una eccellenza di comportamento e vita.
Di solito aggiungo un mio scritto ai versi, ma credo che queste semplici parole giungano al cuore di tutti, 


3 commenti:

  1. Il grido proprio dell'uomo è domanda di felicità.
    In questo grido sta la radice, il seme della creatività.
    Il soffocamento del grido della felicità equivale
    allo spegnimento della scintilla dell'inventiva.
    Oggi c'è la tecnica, come applicazione della scienza,
    la quale dice un'infinità di piccole verità in funzione
    di una grande menzogna.

     

    Quando non c'erano né jet né missili, Leopardi
    poteva immaginare:

     

    Forse s'avess'io l'ale

    da volar su le nubi,

    e noverar le stelle ad una ad una,

    o come il tuono errar di giogo in giogo,

    più felice sarei, dolce mia greggia,

    più felice sarei, candida luna.

     

    Oggi che l'uomo che va con i missili a contar le stelle
    ad una ad una, non credo sia di un granello più felice.
    La felicità è qualcosa d'altro.

     

     

    RispondiElimina
  2. Vedo che Leopardi ti piace,pur essendo un uomo di estrema destra, e questi sono versi che cavalco.
    da volar su le nubi,

    e noverar le stelle ad una ad una,

    o come il tuono errar di giogo in giogo

    RispondiElimina
  3. La famiglia di Leopardi era di idee politiche reazionarie, ma il Poeta si distaccò ben presto dal vecchio. Non posso perdonare Pirandello, un grandissimo, che proprio dopo il delitto Matteotti giurò fedeltà a Mussolini. Anche Lucio Battisti, il cantante italiano che più amo, era di destra ma non iscritto al partito di Almirante e Fini. Mi piace molto anche Rino Gaetano che forse fu ammazzato.

    RispondiElimina

Sono fortemente amareggiata, ho dovuto mettere la moderazione ai commenti, dopo 10 anni di rispetto, e condivisioni pulite.
Perdonatemi