Più si apprezza la vita e più si restituisce

13 giu 2017

Batterie Solari


Sono lontana, dal posto in cui ho lasciato...le rose in fiore (e per queste penso sempre a BUSI " a me che le rose fioriscono anche d'inverno") , il mio gelsomino, che continua nonostante la stagione a restare in fiore, ed a ringraziare anche la pioggia col suo profumo.
L'ultimo sguardo prima di chiudere gli scuri è andato agli alberi delle stelle di natale, che in cima ai rami, ancora hanno il rosso, come una fiammella verso il cielo... e i narcisi, profumatissimi a corona attorno alla palma che i miei avi, piantarono al passaggio di Garibaldi.... vecchia come e quanto la nosta nazione.
Mi sono portata il sole, è un sole stanco, ed è arrivato il giorno dopo di me... la sua assenza ha fatto molto danno... perchè da buona metereopatica, ho rifiutato, il progetto per il quale avevo raggiunto questa stupenda signora, chiamata Milano. Si, non l'ho detto ai ragazzi e agli amici, che non avrebbero capito, ho detto che ero stata rifiutata. Dovevo cominciare il lunedì mattino, la titolare era una persona con una mancanza assoluta di educazione sentimentale, il posto freddo e le ragazze che dovevo dirigere, non all'altezza del luogo, della griffe, della memoria storica del prodotto. Sono andata a cenare, in un luogo dove essere riconosciuta dopo anni, fa sempre piacere, poi in albergo ho pensato le frasi " voglio entrare nel mercato russo le signore milanesi sono tutte mie clienti, quindi russe che sono le più ricche, la nuova collezione deve seguire il mio stile,  (copie di prodotti già pubblicati 20 anni prima), Ho tanti pensieri, e voglio chi mi sostituisca in pieno, ho tanti pensieri e non riesco più nel visual, ho tanti pensieri,.... ma lei ha portato gli schizzi delle sue collezioni?, ho tanti pensieri...."
Così il sabato mattino, ho chiamato, "la signora è fuori sede, la aspettiamo lunedi..."
ma ho chiamato per dire alla signora "il mio pensiero se lo può toglier dalla testa!"
Sarei stata sempre lì, nel quadrilatero della moda dei miei anni felici, mi avevano chiamato per dirigere un retail,  ma ho trovato i "miei luoghi" con una atmosfera diversa.
Da tre giorni è arrivato il sole... ed io che vado a batterie solari, mi sento carica di energia, in una città che è piena di stimoli, che, se sei attento, è generosa, concreta, ed aperta .... molto più di quanto lei stessa desideri far scoprire.Rimango altri sette giorni, e poi rientro, farò la sconfitta, ma so di avere la vittoria in cuore, sempre libera dal bisogno.
Sembra che la mia mente abbia ricominciato a progettare e programmare... chi sa avrò un altro periodo?... ci sarà per me una nuova pagina da scrivere?
Ma ciò lo voglio veramente???
In tanti anni... come i grandi artisti, anche io ho avuto la capacità di non essere coerente al periodo precedente ed i miei gusti sono mutati, o almeno... curiosamente ampliati.... e adesso chi sa se riuscirò a crearmi lo stato d'animo per creare... crearmi, altro DESIDERIO.

4 commenti:

  1. Ti sei affacciata alla finestra e hai visto cose belle e profumate. Io avrei incominciato a starnutire per il polline. Il tutto condito da qualche parolaccia. Questa è la differenza che passa tra una donna, naturalmente femmina, e un uomo limitatamente maschio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sorrido, questa è la differenza che passa fra una persona allergica ed una che non lo è.

      Elimina
  2. Si tratta di un'allergia alla sensibilità. Ti ho già parlato di una realtà unica che si presta a verità soggettive.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non avevo capito, allora sei allergico anche a me ;-) io sono sensibilissima. La verità è sempre soggettiva, ma non credo che c'entri con la sensibiltà, ma con la percezione delle cose.

      Elimina

Sono fortemente amareggiata, ho dovuto mettere la moderazione ai commenti, dopo 10 anni di rispetto, e condivisioni pulite.
Perdonatemi