19/ott/2013

SFIOCCARE PENSIERI

FotoStrega stamani  poco dopo il sorgere del sole.
Loro vanno ancora al mare e fanno i bagni, 
A lidi chiusi, si danno appuntamento sulla spiaggia in dirittura di casa mia, dove anch'io ero solita andare.
Il pranzo? un grappolo d'una, due crekers, e poca acqua. 
Dopo il raggio verde e quando la luce abbandonava l'oggetto del desiderio momentaneo, impedendomene la lettura, tornavo a casa. 
Fra loro c'è chi fa il bagno da sempre fino ai giorni della Fiera che, dal 1850 il 14 e 15 Novembre, chiude il ciclo fieristico annuale.
Dell'evento storico della cittadina che mi ospita, parlerò in quella data.
Sono passati appena 2 anni da quando il pesce che ero si è trasformato in gatto, e fa le fusa fra i suoi libri, le ceste ricolme di gomitoli colorati, mirabili scatole della collezione di antichi merletti impalpabili, fragili e di fidati odori, profumo di oggetti inutili di un tempo, illusioni di un  filo d'oro col passato, di origini e "propria" matrice culturale. 
Lo so che da maggio non ho frequentato, ma sono andata nei due luoghi del cuore , in essi il mio sguardo si posa su ciò che amo, mi sono recata molte volte dall'oculista e in ospedale, ho letto tanto e completato una miriade di lavori, e ho esercitato positività sulle mie piante.
Anche oggi ho detto no ad un invito, ma da tempo al rientro a casa, pesa la sensazione di aver rubato qualcosa ai miei desideri.
Non si può parlare di politica religione e soldi, resta il conosciuto da decenni, le stesse barzellette, gli stessi commenti, tutto respirato, e diventa visto udito sentito ed anche predetto. 
Non mi dicono nulla, ed dentro me sorrido, al pensiero che mi vedano depressa, forse mi manca ferro? allora regalano fegato e vino...;-)
Parlo di tralci di lavanda da mettere in bagno per un secchio comprato a Roma in primavera, e la lavanda arriva ed anche in grande abbondanza.
 
La mia sponsor ufficiale, stamani mi ha chiamata e mi ha detto, "se ti sembra banale venire a Catania da me o da tuo figlio, ma perchè non parti? è la prima volta che sei ferma per più di cinque mesi? qualcosa non va?"
E' male non fare pesare a nessuno che sono trascorsi soltanto 20 gg dal secondo intervento ? che debbo attendere un mese, altra visita, e poi di nuovo libertà.
Libertà di andare a trovare amiche ed amici nuovi, che possano arricchirmi con la meraviglia del non conosciuto? Ma anche l'opposta libertà di intrattenere contatti virtuali, decisamente da non conoscere nel reale e lasciare che la mente voli a mo' di medicina dell'anima.
E poi si vive di miracoli dove vi è il ragazzo incantato dal vento e la donna della solitudine e ricamo e le congiunture esterne che ti fanno credere come immortale ed in uno stato superiore.
Inevitabile che in questo star bene, troppo bene,  cominci a serpeggiare  e lampeggiare la velleità di esprimermi diversamente dagli altri.
Indifferenza? superiorità? distacco? no niente di tutto ciò, la stagione, e non solo quella climatica, clemente mi consente di pensare che 
C'è un solo tipo di successo: quello di far della propria vita ciò che si desidera. 

16 commenti:

  1. Carissima se tuo nome è che sei bugiarda! Sono una cosa credo che non sia bugia, questa fine del post:) C'è un solo tipo di successo: quello di far della propria vita ciò che si desidera.
    Ciao e buona serata con un abbraccio forte.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso della tua sempre attenta presenza e delle tue affettuosità, un abbraccio forte anche da parte mia.

      Elimina
  2. Quanti pensieri ......ti auguro tutta la serenità che meriti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simona carissima il tuo augurio è molto gradito e non so se la merito, ma so che lavoro sempre su di me per raggiungerla e mantenerla.
      Un sorriso

      Elimina
  3. Grazie per averci fatto parte di te, del turbinio profondo di quella che ora è la tua essenza. E' un piacere leggerti, anche sensoriale, perché evochi immagini, sensazioni, oltre che emozioni,ricordi, pensieri che vivono e rivivono all' unisono con te. Ti abbraccio.

    Ho sempre bonariamente invidiato la tua terra per la gioia del mare sempre, in tutte le stagioni; già , perché da voi la stagione è una: quella del sole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Graziana, questo è un periodo in cui la mia superattività e le mie curiosità vivono con lentezza, mi sembra di non riuscire a fare più nulla, e a volte, anche mentre leggo, la mia mente parte per altre terre, ed il tempo scorre impietoso.
      Conosci la Sicilia? ogni stagione è bella, ed il sole appena può anche in inverno riesce a dare il calore ed il colore che me la fa amare anche per il clima.
      Un sorriso

      Elimina
    2. Sì, la conosco , non tutta però e l' amo tantissimo. Hai detto bene: si fa amare anche per il clima, ma anche per le amicizie sincere e profonde, per le tradizioni, per i piatti tipici, il profumo delle salse, la varietà dei dolci, dei gelati, lo spessore culturale, le sovrapposizioni e le osmosi delle civiltà, le infinite bellezze naturali .... scusami, la tastiera mi ha preso i ricordi e la mano. Serene ore...

      Elimina
  4. Non è solo successo, è la felicità, l'appagamento, che nasce dall'essere fedeli a se stessi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ambra carissima, hai il dono e la capacità con poche parole di esprimere grandi concetti e profonde verità

      Elimina
  5. Cara Gingi, dunque sei convalescente..e sai, mi piaci molto in veste di gatto piuttosto che di pesce. Ti si addice per quello che riesco a percepire attraverso i tuoi pensieri riportati a noi. Adoro la lavanda, pensa, ancora la prediligo raccolta in spighi, piuttosto che i gessetti profumati da mettere nei cassetti della biancheria!
    Un grande abbraccio cara strega
    Susanna

    RispondiElimina
  6. Il pesce che era in me, faceva disperare miei, per le lunghe nuotate .... ma strizzandoti l'occhio, ero un pescegatto prima di diventare gatto gatto... anche io adoro la lavanda... sarà perchè subisco il fascino della Provenza?
    Un sorriso affettuoso ed un grande abbraccio

    RispondiElimina
  7. Allora Donna-pesce-gatto, mi fa piacere rileggerti, sapere che i controlli vanno bene
    e vedere che il tuo tempo è appunto il tuo e lo usi come meglio ti pare.
    Io non so dove finisce o inizia il giusto equilibrio nell'usare il tempo, è bello stare con persone che ti fanno sentire bene, o ti fanno ridere, o ti fanno emozionare, o ti fanno reagire, ma a volte è molto bello starsene con i propri pensieri, anche se un pò scomodi, un pò noiosi, un pò vagabondi.
    Goditi il tuo sole, anche un gatto può fare una bella passeggiata sul bagnasciuga.
    Ciao ciao

    RispondiElimina
  8. Loretta, hai dimenticato ... riformulo Donna-stregapescegatto, oggi luce fantastica... e credimi sto molto bene con i miei silenzi... certo avere un giardino o un campo come quello tuo o di Lorenza, per me sarebbe il massimo... Un abbraccio forte forte

    RispondiElimina
  9. Ciao Gingi, allora sei veramente una strega se sei riuscita a passare per le tre fasi: pesce, gatto, essere umano. Qust'ultimo molto bravo a scrivere ed a donare delle emozioni. Lasciami scherzare: ho quattro gatti e se passi di qua potresti trasformarli anche loro? Un amichevole abbraccio ed un sostegno per quello che ti attende.

    RispondiElimina
  10. Elio carissimo, intanto preparo la pozione per quando passo... ma tu devi dirmi i quattro gatti cosa vuoi che diventino? 4 belle donne, quattro scimmiette, o un mix di leoni e leonesse? Intanto grazie e un caro sorriso.

    RispondiElimina
  11. Scopro questo tuo prezioso spazio di flusso di pensieri. Sposo le tue considerazioni sull'uso del tempo, un abbraccio!

    RispondiElimina